RELAZIONE SULLA SOSTENIBILITA' 2012

Creazione di valore sostenibile

Pirelli è il quinto operatore mondiale del settore pneumatici ed è focalizzato sul segmento Premium, nel quale punta alla leadership mondiale entro il 2015. Fondata nel 1872, Pirelli produce in quattro continenti e opera attraverso una rete commerciale capillare in oltre 160 paesi in tutto il mondo.

Pirelli si distingue per una lunga tradizione industriale da sempre coniugata con capacità di innovazione, qualità del prodotto e forza del brand che, secondo le ultime stime di Interbrand, ha un valore di 2,27 miliardi di euro. Una forza supportata dal 2002 anche dal progetto di industrial design di PZero e oggi ulteriormente valorizzata con la Formula 1, di cui Pirelli Tyre è fornitore esclusivo per il triennio 2011-2013.

Le attività del Gruppo Pirelli Tyre sono articolate in due unità di business, Consumer e Industrial. Il business Consumer comprende gli pneumatici destinati a veicoli generalmente utilizzati da utenti privati quali auto, SUV, veicoli commerciali leggeri e moto. Il business Industrial riguarda invece gli pneumatici destinati a veicoli per il trasporto professionale (autobus, autocarri, macchine per il movimento terra e agricole) e la produzione di steelcord, componente di rinforzo fondamentale nella realizzazione degli pneumatici radiali.

In linea con la strategia di focalizzazione sul Premium e sulla Green Performance dei prodotti, Pirelli, da sempre attiva nel campo della ricerca e sviluppo, opera con una costante attenzione alla qualità, alla tecnologia e al basso impatto ambientale. Nel perseguire i propri obiettivi, Pirelli si propone di coniugare profittabilità economica e responsabilità sociale e, in linea con una tradizione industriale di oltre un secolo, di continuare a investire in progetti di espansione internazionale mantenendo al tempo stesso un forte radicamento nelle comunità locali nelle quali opera.

Segue grafica relativa alla struttura societaria Pirelli.

 

STRUTTURA SOCIETARIA PIRELLI AL 31 DICEMBRE 2012

*Quota non conferita al patto. Camfin possiede complessivamente il 26,2% del capitale ordinario.